make sgomberato milano centro sociale nella bnl messi sulla strada progetti solidariet mutuo soccorso

Tra i progetti del centro portati avanti in questi anni il mercatino di prodotti agricoli della rete Genuino clandestino, i laboratori contro la violenza di genere e l’omotransfobia, i percorsi di integrazione con i migranti.

Oggi sono stati messi sulla strada i nostri progetti di solidarietà e mutuo soccorso che in questi anni sono stati la risorsa per centinaia di persone per contrastare la violenza di genere, razza e classe, e la solitudine in cui restiamo a subire fino a che non iniziamo a soccorrrerci l’un* l’altr*.

Non resteremo fermi/e a guardare. Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: lo sgombero di RiMake non è un problema di pochi, è un problema di una città intera.

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana.

Advertisements

frosinone longo carpi gara importantissima forse anche decisiva

Il tecnico del Frosinone Moreno Longo ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro il Carpi: Sappiamo che sarà una partita importantissima, forse decisiva e sappiamo che siamo in condizione di giocarci con grande consapevolezza ed entusiasmo queste ultime tre gare.

Ognuno valuta le dichiarazioni come vuole, loro si sono lamentati di cose per me frivole e credo che non ci si possa lamentare poiché se andassimo a riguardare tutte le gare senza tutti gli errori arbitrali forse il Frosinone avrebbe vinto il campionato.

Per oltre sette mesi la squadra ha dimostrato di ovviare alle problematiche, ma in alcuni momenti è anche ricaduta negli errori del passato.

I ragazzi del Toro e migliaia di persone, come ogni anno, hanno ricordato la fine degli “Invincibili” del mito granata.

yemen tre anni guerra armi che devastano vita dei civili arrivano sauditi usa

In uno sviluppo positivo, nel settembre 2017 il Consiglio Onu dei diritti umani ha approvato una risoluzione che chiede a un gruppo di esperti di indagare sulle violazioni commesse da tutte le parti coinvolte nel conflitto dello Yemen e di identificarne ove possibile i responsabili.

Il 19 settembre 2017, con 301 voti contrari e 120 a favore, la Camera dei deputati ha respinto una mozione che chiedeva al governo di bloccare la vendita di armi a paesi in guerra o responsabili di violazioni dei diritti umani come disposto dalla legge 185/1990, dalla Costituzione italiana e dal Trattato internazionale sul commercio delle armi.

Sotto tiro, in particolare, la città di Ta’iz, colpita da colpi di mortaio e di artiglieria a gennaio e febbraio del 2018.

Dall’inizio del 2018 Amnesty International ha seguito due processi del Tribunale penale speciale sotto il controllo degli Huthi, terminati con quattro condanne a morte, nei confronti di Hamid Haydara, esponente della comunità baha’i, e di Asmaa al-Omeissy, Saeed al-Ruwaished e Ahmed Bawazeer, accusati di aver collaborato con uno stato nemico.

Capello candida Gigi Buffon. “Presidente Figc? Perché no”

Rachele Nenzi Capello su ilquotidiano.net parla di Buffon e dei quarant’anni del portiere della Nazionale e della Juventus ” I quarant’ anni di Gigi mi ricordano i quarant’ anni di Zoff che Dino celebrò diventando campione del mondo nell’ 82.

Fratelli d’Italia schiera i tre fondatori e la vedova dell’imprenditore suicida

Gian Maria De Francesco I vertici in prima linea in Lombardia. Obiettivo: superare il 5% Roma – «In questi giorni ho visto giocare tutti i partiti al grande fratello della politica candidando giornalisti, attori e cantanti, io ho puntato su chi lavora e sta sui territori». Giorgia Meloni, leader di Fdi, ha presentato così ieri a Mattino Cinque le liste del proprio partito sottolineando di aver privilegiato la «credibilità » rispetto ai «nomi altisonanti»

Figc, Roberto Fabbricini commissario straordinario

Luca Romano Dopo giorni di attesa e di votazioni a vuoto è arrivata la decisione finale: la Federazione italiana gioco calcio ha il suo commissario, è Roberto Fabbricini Dopo giorni di attesa e di votazioni a vuoto è arrivata la decisione finale: la Federazione italiana gioco calcio ha il suo commissario, è Roberto Fabbricini . Di fatto l’incarico viene affidato al segretario generale del Coni che sarà commissario straordinario della Figc. La scelta arriva dopo il voto di qualche giorno fa che di fatto non ha fornito un nome per la presidenza con della federazione con ben tre votazioni che non hanno raggiunto il 50 per cento più uno e con ballottaggio senza esiti tra Sibilia e Gravina.

Questo Napoli è da scudetto. Adl non ancora

Riccardo Signori Suvvia possiamo dirlo: Dino Adino Viola aveva quel tocco in più. Le battute erano originali e corrosive. Dino Viola era il presidente della Roma che battagliava con la Signora anche a suon di centimetri