Alluvione, sui siti di e-commerce boom di offerte dalle zone colpite

Sono decine gli annunci sui siti di e-commerce da parte di alluvionati che vendono oggetti e auto per far fronte ai danni dell’onda di piena del 18 novembre.

GUARDA IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA C’è chi vende lo stereo, il quadro e anche due cestini a sette euro pur di recuperare qualche soldo.

C’è chi vende l’auto ancora piena di fango, con tanto di foto, e chi offre la camera matrimoniale appena comprata e ancora imballata.

di Cagliari – Decreto del Presidente del Tribunale di Cagliari n°28 del 17.08.2001 – P.I.

 Fonte:  unionesarda.it /articolo/cronaca_sardegna/2013/12/16/alluvione_sui_sit i_di_e_commerce_boom_di_offerte_dalle_zone_colpit e-6-345890.html

La truffa del finanziamento pubblico ai partiti

La prima cosa da notare è che i soldi ricevuti dai partiti attraverso il 2 per mille non sono un regalo deciso da privati: sono a carico di tutti i contribuenti. Il motivo è che il 2 per mille è di fatto una detrazione al 100 percento dall’ imposta dovuta.

Il costo totale per il contribuente sarà di quasi 30 milioni. Nella colonna 2 assumo uno scenario intermedio: la previsione del governo sulle detrazioni, 16 milioni, è rispettata, e il gettito del 2 per mille è di 30 milioni.

Poiché non sappiamo come reagiranno i contribuenti alla opzione del 2 per mille, questo è un modo per assicurarsi che, se c’è molta richiesta per il 2 per mille e poche elargizioni liberali, la richiesta del 2 per mille non vada sprecata dal tetto di 45 milioni.

Se i 2 milioni di contribuenti che destinano il 2 per mille ai partiti hanno la stessa composizione media dell’ universo dei contribuenti, il gettito del 2 per mille sarebbe di quasi 20 milioni.

 Fonte:  ilfattoquotidiano.it /2013/12/17/la-truffa-del-finanziamento-pubblico-ai-partit i/816416/

Avellino 13:40

CORRIERE DELL’IRPINIA – Avellino, responsabile di furto aggravato arrestato 23 enne bulgaro

Avellino, responsabile di furto aggravato arrestato 23 enne bulgaro Avellino 13:40 | 17/12/2013Personale della Squadra Mobile della Questura di Avellino, nel tardo pomeriggio di ieri, ha tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Napoli, un 23enne, di nazionalità bulgara, di fatto domiciliato in Paternopoli, perché responsabile di furto aggravato in abitazione commesso nel proprio paese di origine.

Quest’articolo è stato visualizzato 24 volte redazione cronaca Leggi altri articoli in: Inviaci il tuo commento Il tuo nome: Il tuo indirizzo e-mail: Titolo: Il tuo commento: Codice di verifica: Codice di verifica

Il tuo indirizzo IP ed il tuo indirizzo e-mail saranno registrati nel nostro database, ma non saranno mai resi visibili agli altri utenti.

 Fonte:  corriereirpinia.it /default.php?id=999&art_id=42642