Minacce di morte al sindaco Alleati solidali, ipotesi scorta

Alberto Giannoni Lettera minatoria a Di Stefano, sicurezza rafforzata con due agenti in Municipio. Messaggi del centrodestra Alberto Giannoni La lettera è arrivata in Comune con posta ordinaria.

%image%

Advertisements

Anna Marchesini, ricordo a un anno dalla morte

Il 30 luglio di un anno fa la scomparsa dell’attrice, anima femminile del Trio con Massimo Lopez e Tullio Solenghi

Giallo sulla morte di un attivista anti-Cremlino

Mosca. Incidente o assassinio? Rimane il giallo sulla morte ieri di un attivista anti-Cremlino dell’Inguscezia, piccola Repubblica autonoma della Federazione russa nel Caucaso. Il sito ingushetiya.ru scrive che il suo proprietario, Magomed Yevloyev, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco. Per l’agenzia russa Interfax, Yevloyev è rimasto ucciso durante un «incidente» mentre la polizia lo stava arrestando. Era stato fermato all’aeroporto di Nazran, di ritorno da Mosca con un aereo sul quale viaggiava anche il presidente Murat Ziazikov. Ingushetiya.ru è molto popolare ed i suoi redattori hanno subito già numerose minacce di morte. Secondo Eco di Mosca, il sito aveva diffuso la notizia che il Parlamento locale sta raccogliendo firme per una richiesta formale di indipendenza da Mosca.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287188

Nigeria, divorzia da 82 mogli per sfuggire dalla pena di morte

Nupeland – Mohammed Bello Masaba, un nigeriano di 87
anni ha divorziato da 82 delle sue 86 mogli per mettersi in
regola con la legge islamica, secondo la quale il massimo di
mogli consentito è quattro. Lo ha scritto ieri l’agenzia stampa
nigeriana Nan.

La lunga serie di divorzi L’uomo, ex insegnante e pastore musulmano abitante di Nupeland,
nello stato dell’Africa centrale, “ha accettato sabato sera di
rimanere solo con quattro mogli per adeguarsi al santo Corano”,
ha scritto l’agenzia.
Il 21 agosto scorso, Jamat Nasr al Islam, importante istituzione
religiosa del Paese, aveva approvato una condanna a morte contro
il santone che oltre alle 86 mogli aveva almeno 170 figli, se non
rinunciava “alle mogli in eccesso”.
In un primo momento, l’uomo, criticato dei media si era difeso
così: “Non esiste nessuna legge che mi obbliga di tenere a casa
solo quattro mogli. Tutte le mie spose hanno figli e io vivo con
alcune di loro da più di trent’anni”. Ma di fronte alla terribile
prospettiva, evidentemente l’uomo ha cambiato idea.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287350