La moglie di Pippo

Una volta lo hardware era un lusso e ogni avanzamento hardware era di per se stesso positivo a prescindere; significava automaticamente migliori prestazioni e migliore esperienza di uso, spesso a incrementi di decine di punti percentuali.

La riprova è che sento lamentare il fatto che i portatili Mac hanno un limite a otto gigabyte di Ram e che ce ne vorrebbero sedici, perché qualcun altro ne ha sedici e quindi o ne hai sedici o sei indietro.

Garantisco che se c’è swap, in queste condizioni, WoW scatta e impone la chiusura di qualche applicazione.

E garantisco che, uscisse domani un MacBook Pro con sedici gigabyte di Ram, Photoshop andrebbe più piano che su un Mac Pro con otto gigabyte di memoria.

Fonte:
http://www.macworld.it/2010/02/02/la-moglie-di-pippo/comment-page-1/