Oratori minacciati dalle baby gang. I preti si trasformano in buttafuori

Al Giambellino le baby gang prendono di mira gli oratori. I bulletti si presentano in parrocchia in venti, in trenta, minacciano i ragazzini più piccoli, provocano risse e rubano quel che trovano: cellulari, portafogli, cancelleria, perfino i soldi del prete. Già senza scrupoli a tredici anni o poco più. Arrivano con i jeans a cavallo basso, il cappuccio della felpa alzato e la bomboletta spray in mano, pronti a imbrattare e a lasciare la firma in ogni angolo. E non ne vogliono sapere di partite a pallavolo, calcio balilla e giochi a squadre. Roba da bambini. Loro, cresciuti negli androni dei palazzi popolari, stanno fuori dagli schemi. I preti non sanno più come gestire l’emergenza. In tanti casi sono costretti a improvvisarsi buttafuori all’ingresso dell’oratorio per impedire che gli «spacca-tutto» entrino nel cortile della parrocchia a seminare il terrore. Un oratorio ha perfino deciso di rimanere «chiuso per bulli» per un paio di settimane. Le mamme cominciano a portare i propri bambini in parrocchia un po’ meno volentieri: va bene il catechismo, va bene il torneo di calcetto, ma il sabato e la domenica ci pensano due volte prima di accompagnarli a giocare dai preti. «Spesso – racconta Don Loris Giacomelli, della parrocchia di San Benedetto, in via Caterina da Forlì – devo stare fuori dall’oratorio per controllare chi entra. Respingo a malincuore questi gruppi di ragazzini violenti.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=338408

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: