Le relazioni pericolose: da Marcos a Ocalan

Dice il saggio: dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io. Ma il rifiuto della supervisione divina (essendo l’Onnipotente impegnato a spacciare oppio tra popoli) condanna i pronipoti di Marx a imbrogliarsi perennemente tra gli uni e gli altri. Prendiamo Prodi, per esempio: è amico o nemico dei compagni di Rifondazione? Nel ’96 lo fanno eleggere a Palazzo Chigi, nel ’98 lo impallinano, passati dieci anni lo votano di nuovo per poi friggerlo a fuoco lento in altri 24 mesi. «Grande è la confusione sotto il cielo, dunque la situazione è eccellente», sentenziava Mao, altro padre nobile di Bertinotti and friends. E nel trionfo della confusione, ecco spiegata la passionaccia di Rifondazione per le amicizie pericolose, l’irrefrenabile spinta a difendere gli indifendibili, ad aiutare gli inaiutabili, a finanziare gli infinanziabili.
Fausto Bertinotti ne ha messo insieme un campionario difficilmente eguagliabile. È del gennaio 1997 il filotto Marcos-Castro: un viaggio nel Chiapas e poi a Cuba. La foto dei due subcomandanti uno di fronte all’altro fece il giro del mondo: Fausto in elegante maglia a righe orizzontali modello Piazzetta di Capri e in mano il «Don Chisciotte» di Cervantes (definito da Liberazione nientemeno che «un manuale contro il neoliberismo»), Marcos in divisa guerrigliera con tanto di berrettino, passamontagna e cartucciere. E quando Bertinotti atterrò all’Avana dal Messico, ad attenderlo trovò un invito a cena del grande Fidel, il campione di tutte le democrazie latinoamericane.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287340

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: