Il prezzo del petrolio in picchiata: verso i 100 dollari al barile

New York – Il petrolio non ferma la discesa e va
sotto 106 dollari; il nuovo minimo è a 105,46. I futures a
questo punto potrebbero correre in giornata verso i cento
dollari.

L’effetto Gustav Il petrolio ha così infranto una
resistenza importante, posta appunto a 110 dollari, con la
conseguenza che a questo punto i futures potrebbero scendere
rapidamente fino a cento dollari. Il ribasso è stato dovuto al
ridimensionarsi dell’effetto-Gustav, cioè dei timori legati al
passaggio dell’ uragano. Ma al tempo stesso la quotazione del
greggio sta calando in concomitanza con le debolezza dell’ euro,
oggi ad un passo dallo scendere sotto 1,45 dollari.
Oltre a questo pesano le previsioni ’nerè circa le
prospettive dell’ economia mondiale, in particolare la
possibilità di un forte rallentamento delle economie emergenti
che hanno sospinto all’ insù vistosamente negli ultimi tempi i
prezzi.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287364

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: