Ora l’uomo esagera:

La regola è: polpacci. Anche maschili. Il pantalone, in ufficio, per l’uomo non è più obbligatorio: in estate può andare al lavoro con un bel completo a mezza gamba. Giacca, cravatta e bermuda. I dipendenti non possono essere costretti a sudare, solo perché hanno i polpacci meno graziosi e molto più pelosi di quelli delle colleghe: anche loro hanno diritto a esibirli, se vogliono. E a scegliere un abbigliamento che a molti sembrerà da spiaggia ma, per alcuni, è soltanto di stagione.

Il manager in bermuda è l’ultima evoluzione dello stile aziendale, dopo il casual Friday in pullover e polo e il lunedì senza calzini ai piedi, le contaminazioni dei creativi (di professione) e le camicie a mezze maniche della rivoluzione dotcom. È l’ultimo tabù che cade e la rupture, ufficialmente, avviene a Salt Lake City, Utah, dove un’agenzia pubblicitaria ha adottato il nuovo codice d’abbigliamento per l’estate 2008. Ma il bermuda da colletto bianco si è già diffuso, informalmente, per le strade di New York e non solo per motivi climatici: è considerato di tendenza, e tanto basta per renderlo attraente. Non importa se il polpaccio ostentato provoca i singulti dei puristi e le perplessità delle signore. C’è chi è convinto che sia sexy: «Sono sicuro che alle donne piaccia guardare i polpacci degli uomini o le caviglie, se sono belle» spiegava ieri sull’Herald Tribune il campione di hockey Sean Avery.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280520

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: